Piattaforma innovativa per la sicurezza urbana

Descrizione dell'intervento

Il progetto riguarda la realizzazione di una piattaforma innovativa per la sicurezza urbana che consente l'estensione, il potenziamento e l'integrazione con altri sistemi di videosorveglianza e di monitoraggio ad oggi in uso nelle pubbliche amministrazioni per il controllo del territorio in multicanalità con le Polizie Municipali (COT). L'infrastruttura tecnologica prevista è in grado di raccogliere, elaborare e distribuire dati ed informazioni a ai cittadini a sostegno di una conoscenza condivisa del territorio (servizio informativo aperto), in particolare relativamente alla videosorveglianza urbana .
Il sistema proposto interopererà anche con le funzionalità cartografiche su scala metropolitana i cui dati georiferiti saranno resi disponibili, con modalità open data. I dati saranno inoltre resi disponibili all’utenza, attraverso i canali di comunicazione e servizio già previsti in altri interventi (si vedano integrazioni col progetto VE1.1.1.g Piattaforma CZRM Multicanale e VE2.2.1.a Smart Control Room)
Obiettivi del progetto è quello di estendere ed integrare i sistemi di monitoraggio e di videosorveglianza cittadini per potenziare il COT (centrale operativa territoriale) e migliorare il coordinamento delle azioni per la sicurezza urbana.
Il progetto prevede la realizzazione di una Piattaforma metropolitana per la sicurezza che consenta l’estensione, potenziamento e integrazione con altri sistemi di monitoraggio e controllo del sistema di videosorveglianza del COT della Polizia Municipale per il controllo del territorio e gestione della segnalazione alle FF.OO.
L'intervento punta a valorizzare e mettere a sistema, il patrimonio informativo del sistema COT della PP.MM, aggiornando le tecnologie disponibili, e prevedendo maggiori integrazioni, anche ai fini della sicurezza, con altri centrali di controllo (traffico, ambiente, maree, protezioni civile) all’interno di quanto previsto nell’intervento inter-asse dell’Azione “Infomobilità e sistemi di trasporto intelligenti” VE2.2.1.a “Smart Control Room L'evoluzione del sistema in uso al COT fornirà una componente importante dei flussi informativi alla base della Smart Control Room e prevede lo scambio informativo con l'intervento sul monitoraggio flussi pedonali a Venezia centro storico.
La sinergia tra gli interventi permette di tener conto in fase di progettazione delle diverse esigenze (sicurezza e mobilità), allo scopo di garantire un miglior utilizzo delle diverse informazioni territoriali e ambientali disponibili, da tradursi come migliore servizio users centred.
Il Comune di Venezia si è dotato negli anni, attraverso propri investimenti, di un sistema di videosorveglianza che attualmente consta di 173 telecamere con caratteristiche tecniche varie, dalle Dome/Speed Dome in HD fino alle multiottiche, passando per telecamere fisse ad elevatissima risoluzione e analogiche convertite in digitale tramite appositi encoder.
I flussi video ricevuti dalle telecamere, che al momento già ammontano ad oltre 1 Gbps, vengono registrati in tempo reale e tali registrazioni vengono mantenute, a norma di legge, per 7 giorni.
Le registrazioni e la gestione del sistema di videosorveglianza avviene su un VMS, una infrastruttura HW/SW costituita da una batteria di server discreti, ciascuno dotato di propria capacità di memorizzazione, a bordo dei quali viene eseguito uno specifico software che implementa le funzioni di codifica, memorizzazione, gestione, decodifica e restituzione, oltre alle funzioni di gestione dei punti di ripresa.
La realizzazione prevede le seguenti macro-fasi:
• Analisi delle infrastrutture esistenti.
• Progettazione e realizzazione della piattaforma.
• Potenziamento dell’attuale VMS ed, in particolare, al fine di consentire l’acquisizione di ulteriori punti di ripresa, sia per estendere il sistema di videosorveglianza del Comune di Venezia che per integrare sistemi delle altre amministrazioni della Città Metropolitana, è indispensabile procedere preventivamente al potenziamento dell’attuale VMS. Tale aggiornamento consentirà infatti di utilizzare hardware più performante, con maggiore capacità di archiviazione e potenza di calcolo e quindi in grado di supportare un numero molto maggiore di telecamere. E’ inoltre prevista l’implementazione di una nuova versione del software di controllo, dotata di maggiori funzionalità, in particolare per quanto riguarda le funzionalità di continuità operativa in caso di guasto di uno dei sistemi di registrazione.
• Estensione del sistema di videosorveglianza cittadino in coerenza e sinergia con l’intervento interasse dell'Asse 2 (SCR) ed, in particolare:
◦ verranno potenziate le infrastrutture di rete di trasporto dati, anche in integrazione con quelle già esistenti, per acquisire flussi video in alta e altissima qualità.
◦ Sarà potenziato ed esteso a nuove aree il sistema di videosorveglianza cittadino nelle zone centrali di Mestre, nei sottopassi ferroviari di via Giustizia e via Dante, ed in piazza san Marco, attraverso l’installazione di nuove videocamere e sensori IoT.
• Avviamento del servizio.
• Sperimentazione, formazione ed estensione dei servizi alla Città Metropolitana.
Si determineranno così migliori condizioni di sicurezza per i cittadini e maggiore efficienza nella gestione e integrazione dei servizi pubblici di monitoraggio per la viabilità, la sicurezza e l'ambiente con conseguenti minori costi di gestione.


Città

Venezia

Codice Progetto

VE1.1.1.e

Ambito

Azione

Azione 1.1.1

Soggetto attuatore

Venis Venezia Informatica e Sistemi S.p.A.

Codice Unico Progetto - CUP

F71H16000180007

R.U.P.

Marco Mastroianni

Data inizio

01-04-2017

Data fine

01-12-2019

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 725.686,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 725.686,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 725.686,00

Importo Erogato

€ 344.832,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili