Piano ciclabilità

Descrizione dell'intervento

Il progetto di Roma Capitale sulla mobilità lenta si realizza attraverso 6 interventi:
a1) Estensione rete ciclabile romana
a2) Parcheggi per biciclette diffusi
a3) Attraversamento ciclabile Tunnel Santa Bibiana
a4) Nuovo attraversamento ciclabile pedonale Lungotevere Magliana – Vicolo Pian Due Torri
a5) Pista ciclabile Tuscolana
a6) Ciclabile Nomentana

RM2.2.3.a1 - Estensione rete ciclabile romana
L’intervento prevede l’estensione della rete della ciclabilità di Roma Capitale mediante la ricucitura ed il completamento della rete esistente. Si contribuirà al raggiungimento dell’obiettivo fissato dall’Amministrazione con il vigente Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) consistente nel passaggio in 5 anni, da uno share modale della ciclabilità dello 0.6% al 4% e fino al 10% nel centro storico.
Il potenziamento della mobilità ciclabile è uno dei punti fondamentali trattati nel PGTU, approvato con deliberazione di Assemblea Capitolina n. 21 del 16/04/2015, che incorpora e integra il precedente Piano Quadro della Ciclabilità (PQC), approvato con deliberazione di Assemblea Capitolina n. 87 del 24/04/2012. Nel suo complesso, il PGTU prevede a regime una rete ciclabile principale di 245 km e una rete ciclabile “locale” di 564 km, a fronte degli attuali 150 km totali.
L’individuazione degli itinerari ciclabili oggetto di finanziamento PON METRO discende dal processo di confronto pubblico nato nel 2014 contestualmente alla redazione del PGTU. La progettazione degli stessi è stata affidata all’Agenzia in-house di Roma Capitale, Roma Servizi per la Mobilità S.r.l. (RSM).
Per rendere maggiormente efficace l’intervento relativo al presente finanziamento i percorsi ciclabili selezionati privilegiano la ricucitura di itinerari ciclabili esistenti e/o l’adduzione ai nodi del trasporto pubblico collettivo.
Nel Disciplinare di Incarico di I annualità PON Metro n. 871 del 28/1072016 gli itinerari individuati erano 15 che sono stati ricondotti a 14 nel corso della redazione degli Studi di Fattibilità, come già argomentato nella precedente aggiornamento della scheda.
In sintesi, la necessità emersa in avvio di redazione degli Studi di Fattibilità di individuare tracciati alternativi a 3 dei 15 itinerari previsti dall’iniziale elenco (Via dei Gordiani, Via Guido Reni e Tunnel di Via di Santa Bibiana, finanziati dal MIT i primi due (GRAB) ed in attuazione per quanto riguarda il Tunnel di Via di Santa Bibiana) ha portato all’identificazione di due ulteriori itinerari valutati strategici.
Il primo, lungo la via Tiburtina per consentire l’aggancio alla ciclabile di imminente realizzazione sotto il Tunnel di Santa Bibiana sino a Viale Regina Elena, nonché l’itinerario lungo via Ettore Rolli, inteso come naturale prosecuzione di quello esistente lungo la via Portuense sino all’aggancio con la pista lungo la banchina del Tevere (Discenderia in Lungotevere degli Artigiani).
La somma dell’estensione dei due percorsi sopra indicati supera quella dei tre sostituiti, portando il totale dei km da realizzare oltre i 18 Km stabiliti nello stesso Disciplinare di Incarico.
L’operazione RM2.2.3.a1 - Estensione rete ciclabile romana, e relativo CUP J82C15000410006, si riferisce pertanto alle attività di progettazione preliminare e definitiva di 14 itinerari individuati per un’estensione della rete ciclabile pari a 23,240 Km e precisamente:
1. Lungotevere sx da Via Rubattino a Ponte Sublicio –1300 metri;
2. Via delle Milizie da Via Lepanto a Ponte Matteotti – 450 metri;
3. Via Tiburtina dal Tunnel di Via di Santa Bibiana a Viale Regina Elena – 1000 metri;
4. Via Tiburtina da Viale Regina Elena alla Stazione Tiburtina – 2.120 metri;
5. Via De Coubertin - Via G. Gaudini – Viale M. Pilsudski – 1000 metri;
6. Viale XXI Aprile - Viale delle Province – 1.900 metri;
7. Largo Toja – Via Ettore Rolli – Via Angelo Bellani – 1.320 metri;
8. Via del Campo Boario da Piazzale Ostiense a Via Nicola Zabaglia – 400 metri;
9. Metro S. Paolo - via Giustiniano Imperatore – Via C. Colombo – 1300 metri;
10. Via Ostiense, dalla Basilica San Paolo alla Stazione Piramide – 2100 metri;
11. Da P.le Ostiense a Via dei Cerchi lungo Viale Aventino – 1.900 metri;
12. Viale Tre Fontane – Dorsale Tevere Sud. Attraverso Viale Val Fiorita - Viale Egeo - Via del Cappellaccio – 2200 metri;
13. Via Ugo della Seta – Via Monte Cervialto – Metro B1 Jonio – 2000 metri;
14. Viale Tirreno – Piazza Sempione – Ponte Tazio – Via Valsolda – 1700 metri.
Nonché alla progettazione esecutiva e realizzazione dei seguenti 7 itinerari per un totale di ca 12,74 km di realizzazione di nuove piste ciclabili:
1. Lungotevere sx da Via Rubattino a Ponte Sublicio fino a Porta Portese e Bocca della Verità – 1300 metri;
2. Via delle Milizie da Via Lepanto a Ponte Matteotti – 450 metri;
3. Via Tiburtina dal Tunnel di Via di Santa Bibiana a Viale Regina Elena – 1000 metri;
4. Via Tiburtina da Viale Regina Elena alla Stazione Tiburtina – 2120 metri;
5. Largo Toja – Via Ettore Rolli – Via Angelo Bellani – 1300 metri;
6. Via Ostiense, dalla Basilica San Paolo alla Stazione Piramide – 2100 metri;
7. Da P.le Ostiense a via dei Cerchi attraverso Viale Aventino – 1900 metri.
I restanti 7 itinerari progettati fino al livello definitivo tramite il PON Metro saranno realizzati con risorse del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) nell’ambito dell’intervento “Attuazione PGTU – I° e II° Stralcio” (ex POD Ambiente) come si seguito indicati:
1. Via De Coubertin – Via G. Gaudini – Viale M. Pilsudski – 1000 metri
2. Viale XXI Aprile - Viale delle Province - 1900 metri
3. Via del Campo Boario da Piazzale Ostiense a Via Nicola Zabaglia - 400 metri
4. Metro San Paolo - Via Giustiniano Imperatore - Via C. Colombo - 1300 metri
5. Viale Tre Fontane – Dorsale Tevere sud attraverso Viale Val Fiorita - Viale Egeo – Via del Cappellaccio - 2200 metri
6. Via Ugo della Seta - Via Monte Cervialto - Metro B1 Jonio - 2000 metri
7. Viale Tirreno - Piazza Sempione - Ponte Tazio - Via Valsolda - 1700 metri

RM2.2.3.a2 - Parcheggi per biciclette diffusi
L’intervento sostiene la realizzazione di stalli per biciclette al fine di favorire lo scambio modale con il trasporto pubblico, in siti diffusi sul territorio.
L’obiettivo è di favorire la diffusione della bicicletta per gli spostamenti sistematici come descritto nell’Azione integrata "Roma in movimento" del Piano operativo, il quale prevede inoltre interventi sul potenziamento del sistema “bike parking” e degli “hub intermodali”.
La progettazione è stata affidata all’Agenzia in-house di Roma Capitale, Roma Servizi per la Mobilità S.r.l. (RSM).
L’intervento prevede la realizzazione di “parcheggi per bici” con fornitura in opera di rastrelliere presso:
- siti già individuati/progettati, in prossimità di piste ciclabili realizzate o in fase di realizzazione,
- stazioni/capolinea del trasporto pubblico,
- luoghi di possibile scambio modale,
- servizi locali, attrattori cittadini, scuole pubbliche.
L’individuazione degli specifici interventi discende da un processo di confronto pubblico e di definizione delle priorità avviato già nel 2014 contestualmente alla redazione del PGTU.
Sono stati individuati siti e redatte schede progettuali di localizzazione. La localizzazione dei siti è scaturita da valutazioni circa l’idoneità rispetto agli obiettivi del Programma, all’integrazione tra il sistema della rete ciclabile cittadina e i punti di scambio del trasporto pubblico in modo da privilegiare le ciclostazioni diffuse a maggior attrattività multimodale.
Al termine di tale processo sono stati individuati 212 siti d’installazione corrispondenti a circa 2.000 posti bici e indicativamente 2.000 mq di superficie riqualificata e attrezzata, ove realizzare parcheggi diffusi per biciclette a servizio di principali attrattori cittadini nonché per nodi e stazioni del trasporto pubblico.
RM2.2.3.a3 – Attraversamento ciclabile Tunnel di Santa Bibiana
L’operazione RM2.2.3.a3 “Attraversamento ciclabile Tunnel di Santa Bibiana” e relativo CUP J81B17000280004, si riferisce alle attività di realizzazione del collegamento ciclabile del tunnel di Santa Bibiana.
L’intervento è stato inquadrato tra le attività previste per ampliare l’offerta di percorsi ciclabili, come previsto da Piano Quadro della ciclabilità capitolina e l’attraversamento ciclabile del tunnel di S. Bibiana rientra nelle opere previste in tale Piano.
Il progetto si pone l’obiettivo di risolvere il problema del passaggio dei ciclisti che hanno la necessità di percorrere in sicurezza dal traffico di veicoli a motore, in entrambi i sensi di marcia, il Tunnel di S. Bibiana. L’intervento prevede la realizzazione di una pista ciclabile composta da corsie separate ad unico senso di marcia nel tunnel di Santa Bibiana, e precisamente tra via Giolitti e piazza di Porta San Lorenzo, che raccorda il rione Esquilino (Municipio Roma I) e quello di San Lorenzo (Municipio Roma II).

Il progetto ha previsto la realizzazione di pista ciclabile, per una lunghezza complessiva di 200 metri, composta da corsie separate ad unico senso di marcia, di cui una corsia riservata ricavata dalla carreggiata stradale ed in adiacenza al marciapiede (lato valle), con senso di marcia concorde a quello degli altri autoveicoli, in direzione San Lorenzo, mentre l’altra corsia riservata è ricavata dal marciapiede (lato monte) con direzione Esquilino. Inoltre, la separazione dei sensi di marcia ciclabile, consente di ridurre al minimo i punti di criticità legati al passaggio delle bici dalle corsie a loro riservate alla promiscuità con i flussi degli altri autoveicoli, mettendo il ciclista in sicurezza sia in fase di immissione nel traffico che nei cambi di direzione, grazie agli attraversamenti pedonali esistenti e a quelli ciclabili e ciclo-pedonali di nuova realizzazione, garantendo, in tal modo, le migliori condizioni di sicurezza alla circolazione dei pedoni e dei ciclisti, che percorrevano il tratto in oggetto con notevoli rischi per la propria incolumità.
RM2.2.3.a4 - Nuovo attraversamento ciclabile pedonale Lungotevere Magliana – Vicolo Pian Due Torri
L’operazione RM2.2.3.a4 “Nuovo attraversamento ciclabile pedonale Lungotevere Magliana – Vicolo Pian Due Torri” e relativo CUP J81B17000940004, si riferisce alle attività di realizzazione di un nuovo attraversamento pedonale e ciclabile nell’intersezione Lungotevere della Magliana - Vicolo Pian Due Torri, che si estende per ca 400 m.
L’intervento prevede la riconfigurazione dell’area costituita dall’intersezione del Lungotevere Magliana con Vicolo Pian Due al fine, da un lato, di garantire la continuità dei percorsi pedonali e ciclabili che si trovano sull’argine del fiume Tevere e, dall’altro, di assicurare maggiore sicurezza e visibilità alla pista ciclabile. L’intervento è realizzato tramite l’inserimento di nuovi attraversamenti pedonali/ciclabili, la realizzazione di nuovi marciapiedi e isole spartitraffico (rialzati di 15 cm rispetto al piano stradale) al fine di assicurare il rallentamento dei veicoli in transito e garantire la continuità dei percorsi pedonali e ciclabili che si trovano sull’argine del fiume Tevere. L’intervento si completa con l’installazione della segnaletica stradale (cartelli, attraversamenti pedonali, rallentatori ottici e acustici, marginatori, ecc.), di parapedonali e il riposizionamento della rastrelliera.

RM2.2.3.a5 - Pista ciclabile Tuscolana
L’operazione RM2.2.3.a5 “Pista ciclabile Tuscolana”, e relativo CUP J81B17000950004, si riferisce alle attività di attuazione della realizzazione di una nuova pista ciclabile lungo via Tuscolana.
L’intervento è coerente con la strategia del Piano Quadro della ciclabilità capitolina, nell’ambito delle attività previste per ampliare l’offerta di percorsi ciclabili.
La ciclabile Tuscolana è uno dei percorsi di livello principale della rete ciclabile nel territorio capitolino in quanto si sviluppa lungo la viabilità principale urbana e al contempo rappresenta un’opera di “ricucitura strategica” tra le piste già realizzate.
L’obiettivo principale dell’intervento è quello di realizzare un itinerario ciclabile riducendo la sezione utile per le auto e al contempo di garantire maggiore tutela e sicurezza per gli utenti deboli della strada (pedoni e ciclisti).
L’intervento si attua nel VII Municipio, nel tratto che va dall’altezza di via dei Lentuli (Quadraro Vecchio) all’intersezione con viale Palmiro Togliatti, oltre piazza di Cinecittà e prevede la realizzazione di un itinerario monodirezionale lungo entrambi i fronti per uno sviluppo complessivo di ca. 2,2 Km di nuovo percorso ciclabile per ciascun senso di marcia.
L’itinerario ciclabile entrerà a far parte della rete principale ciclabile di valenza urbana del Municipio VII ed è predisposto per riconnettersi, da un lato, all’itinerario previsto per il futuro GRAB (che interesserà la zona del Quadraro Vecchio e il sottopasso ciclopedonale di via Tuscolana dal Quadraro); dall’altro lato potrà essere collegata alla ciclabile di viale Palmiro Togliatti, che dovrà essere prolungata fino a via Tuscolana. A metà circa del percorso lungo via Tuscolana, la ciclabile interseca e connette l’esistente pista e recentemente riqualificata lungo viale Giulio Agricola e viale Marco Fulvio Nobiliore, che collega il Parco degli Acquedotti con il Parco di Centocelle.

RM2.2.3.a6 - Pista ciclabile Nomentana
L’operazione RM2.2.3.a6 “Pista ciclabile Nomentana”, e relativo CUP G81B17000080005, si riferisce alle attività di attuazione della realizzazione di una nuova pista ciclabile lungo via Nomentana.
L’intervento è stato inquadrato tra le attività previste per ampliare l’offerta di percorsi ciclabili, come previsto da Piano Quadro della ciclabilità capitolina.
La ciclabile Nomentana, opera della lunghezza di 3.6 km, è uno dei percorsi di livello principale della rete ciclabile capitolina in quanto si sviluppa lungo la viabilità principale urbana e al contempo rappresenta un’opera di “ricucitura strategica” tra le piste ciclabili già realizzate nel territorio municipale (pista ciclabile di Via dei Campi Flegrei, all’altezza di via Valdarno).
L’obiettivo principale dell’intervento è quello di realizzare un itinerario ciclabile riducendo la sezione utile per le auto e di garantire maggiore sicurezza per gli utenti deboli della strada.


Città

Roma

Codice Progetto

RM2.2.3.a

Azione

Azione 2.2.3

Soggetto attuatore

Roma Capitale

R.U.P.

Roberto Coluzzi

Data inizio

01-01-2017

Data fine

01-12-2021

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 5.140.930,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 4.219.000,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 2.828.836,00

Importo Erogato

€ 1.871.414,00

Photogallery

Videogallery

Documentazione

Documenti non disponibili