Antenna Arcobaleno – Servizi di accoglienza e accompagnamento per l’inclusione sociale delle persone LGBTQ

Descrizione dell'intervento

L’azione è finalizzata a fornire una risposta alla richiesta di aiuto e accompagnamento per le persone della comunità LGBTQI che esprimono la volontà personale di ricevere sostegno e inserimento anche temporaneo, in strutture abitative d’emergenza, e che accettano autonomamente un Progetto Individualizzato di presa in carico globale e la partecipazione attiva al progetto generale di accompagnamento.

Si prevede quindi:
- la costituzione di una rete interistituzionale con la PA, che in stretta sinergia, metta in opera azioni comuni volti al contrasto della discriminazione e finalizzata all’inclusione abitativa a lavorativa dei soggetti della comunità LGBTQI. Nello specifico, l’intervento prevede la presa in carico e la valutazione, su segnalazione degli operatori dello sportello “Antenna Arcobaleno”, dei soggetti più a rischio di marginalità ed esclusione sociale, da parte dell’equipe che opera all’interno dell’Agenzia Sociale per la Casa, per lo sviluppo di eventuali Progetti Individualizzati di accompagnamento.
-Per i giovani adolescenti, vittime di violenza fisica e/o psicologica intrafamiliare per i quali si rende necessario, nei casi più estremi, l’allontanamento dall’ambiente sociale e familiare, è prevista la segnalazione e la presa in carico da parte dei Servizi Sociali della PA, che valuteranno il loro eventuale inserimento presso strutture come le “Comunità alloggio per minori” o le “Case Famiglia per minori”.
-L’utilizzo volontario da parte del beneficiario diretto, di servizi d’emergenza (Dormitori) per l’accoglienza temporanea, in base alla disponibilità dei posti, e che verrà regolamentata e concordata con i referenti della struttura stessa.
-Forme di co-housing presso famiglie e/o singoli, che offrano la loro disponibilità ad accogliere adulti della comunità LGBTQI, anche in via temporanea o permanente per tutta la durata del Progetto Individualizzato, presso la loro abitazione.

Altre attività rivolte ai destinatari:
Istituzione dell’”Antenna Arcobaleno”: sarà lo sportello di primo contatto e, attraverso l’utilizzo di personale qualificato, come psicologi e assistenti sociali, costituirà un luogo privilegiato di prevenzione e contrasto alla discriminazione e alla violenza, le cui vittime specifiche sono persone appartenenti a vario titolo alla comunità LGBTQI. Lo sportello sarà attivo durante le ore diurne della giornata e offrirà una prima consulenza e informazioni inerenti i percorsi di accompagnamento disponibili come servizi attivi e fruibili; le attività riguarderanno anche iniziative per la promozione di prevenzione, sensibilizzazione, educazione alla cultura della non-discriminazione e della non-violenza nei riguardi della comunità allargata; provvederà alla raccolta ed elaborazione di dati; garantirà al suo interno uno staff multidisciplinare adeguatamente formato, e continuamente aggiornato sia in tema di diritti civili per le persone LGBTQI che per le normative sanitarie nazionali del SSN per l’eventuale transito di genere per le persone transgender; valuterà l’eventuale invio all’Agenzia Sociale per la Casa o ai Servizi Sociali; garantirà l’anonimato, la totale riservatezza e il rispetto della normativa sulla privacy nel trattamento dei dati personali.
L’intervento potrà prevedere quindi:
- Realizzazione dello sportello “Antenna Arcobaleno”;
- Acquisto di mobili e arredi funzionali alla realizzazione dello sportello;
- Attività di raccordo con le altre azioni del PON Metro affini o strumentali alla gestione del servizio
- Promozione del servizio e comunicazione: divulgazione del servizio;
- Coinvolgimento, laddove possibile, delle famiglie dei minorenni e giovani adulti al fine di realizzare percorsi educativi intrafamiliari, nell’ottica del superamento della discriminazione e della violenza.
- Servizi di orientamento ai servizi sociali operanti sul territorio.
- Attività di monitoraggio e valutazione

Procedimenti Amministrativi
I suddetti interventi verranno realizzati dall’Amministrazione Comunale di Palermo che ne guiderà la governance ed utilizzerà procedure ad evidenza pubblica, nel rispetto della normativa vigente in materia di appalti Pubblici, per l’affidamento di servizi, l’acquisto di beni e la selezione di Enti che metteranno a disposizione esperti, la gestione di servizi ed eventuale personale esterno da impiegare nei percorsi di presa in carico.


Città

Palermo

Codice Progetto

PA3.1.1.i

Ambito

Azione

Azione 3.1.1

Soggetto attuatore

Area della Cittadinanza Solidale

Codice Unico Progetto - CUP

n.d.

R.U.P.

n.d.

Data inizio

01-01-2020

Data fine

31-12-2022

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 300.000,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 0,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili