Costituzione e conduzione di un Centro Operativo per il monitoraggio integrato dei servizi digitali, della mobilità e dell'energia a supporto delle relazioni con i cittadini.

Descrizione dell'intervento

Il Comune di Palermo sta sviluppando un modello di Smart City, con una visione multilivello, basata su un sistema integrato di connettivita' urbana, sensori e piattaforme di servizio, dedicato al controllo ambientale, alla mobilità urbana, alla sicurezza urbana e all’offerta di servizi digitali ai cittadini.
Il cuore di tale sistema sarà una un Centro Operativo, posizionato all’interno di un edificio dell’Amministrazione Comunale, che gestirà, attraverso l’uso delle tecnologie più avanzate, le attività di coordinamento e monitoraggio di tutti i processi operativi della città e di erogazione di servizi al cittadino.
L’obiettivo principale del Progetto è quello di unificare e potenziare la raccolta, la gestione e l’analisi di dati da rendere disponibili a cittadini e a decisori per l’ottimizzazione dei processi di erogazione di servizi di front-end per la smart city.
Tale obiettivo verrà perseguito tramite l’attuazione di processi di integrazione delle banche dati sviluppate nell’ambito del PON e di quelle alimentate dai diversi processi dell’Amministrazione e delle sue società partecipate. L’interoperabilità tra i sistemi informativi per la gestione intelligente dei big data generati dal Comune permetterà quindi, ad una cabina di regia, di poter raccogliere le segnalazioni dei cittadini, integrare le informazioni con quelle elaborate dalla piattaforma, ed avviare i processi opportuni per rispondere alle segnalazioni.
La piattaforma costituirà quindi un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (di seguito URP) evoluto, che, basandosi su un sistema di Customer Relationship Management (CRM), permetterà la gestione delle segnalazioni dei cittadini e il loro processamento all’interno dell’Amministrazione Comunale in materia ambientale, di efficienza dei servizi e di decoro urbano.
Altro obiettivo del Progetto sarà quello di incrementare la qualità e la quantità di basi dati in formato open data da rendere disponibili ai cittadini ed alle imprese, al fine di permettere l’elaborazione e l’analisi dei dati anche a terze parti rispetto all’Amministrazione. I dati che verranno pubblicati saranno prelevati dai sistemi di business dell’Amministrazione, delle società partecipate che gestiscono mobilità, opere pubbliche ed illuminazione pubblica, oltre che dati provenienti da domini esterni all’ente, attraverso l’istituzione di apposite interfacce di programmazione e Web Services.
La piattaforma sarà di tipo web-based e georeferenziata. Elemento cruciale del sistema è l’integrazione e l’analisi in tempo reale di una grande mole di dati, sia per consentire monitoraggio e intervento, sia per mettere in correlazione eventi e problematiche, raccogliendo le segnalazioni destrutturate che arrivano dal territorio.
Trasporti, sicurezza, rifiuti, turismo, sottoservizi urbani, monitoraggio ambientale, attività produttive, sono una parte dei sistemi che contribuiscono al funzionamento della città, ognuno dei quali, a sua volta aggrega altri sottosistemi.
Il Centro Operativo si pone, quindi, l’obiettivo di sviluppare e semplificare l’interoperabilità delle diverse fonti informative che su di essa convergeranno in coerenza con un modello d’uso conforme ai paradigmi dell’Open Data e dei Big Data.
Ciò anche al fine di incentivare le collaborazioni con l’Università ed il mondo della ricerca al fine di promuovere la conoscenza scientifica ed lo sviluppo di iniziative che favoriscano l’uso delle nuove tecnologie su tematiche di interesse per la Pubblica Amministrazione.
Il Centro Operativo, coerentemente ai paradigmi del cloud computing, intende sviluppare un framework di analisi, standardizzazione ed interscambio dei dati pubblici che favorisca la definizione ed il monitoraggio di politiche data-driven coerenti e convergenti versom le iniziative di livello nazionale che con il DAF (Data & Analytics Framework ) l’Agenzia per l’Italia Digitale intende perseguire.
Presso il Centro Operativo verranno raccolti in un unico luogo i dati resi disponibili da una pluralità di sistemi\soggetti. I dati raccolti proverranno, infatti, sia da sistemi direttamente in capo all’Amministrazione, ma soprattutto dai soggetti (in particolare quelli coordinati dal Comune), che operano, con competenze diverse, sul territorio, e che hanno sviluppato (e continueranno a sviluppare) sistemi informatici a supporto delle proprie attività.
Al Centro Operativo afferiranno, infatti, tutti i sistemi rilevanti che contribuiscono al funzionamento del “sistema città”.
La convergenza e la orchestrazione dei dati e dei servizi nel contesto del Centro Operativo, consentiranno, da un lato, di rendere disponibili servizi gestionali specialistici progettati e tarati sulle esigenze specifiche dei singoli “operatori di dominio” coinvolti direttamente nella gestione degli impianti (Sicurezza Urbana, mobilità, Energia, Servizi WiFi, etc …) e dall’altro di consolidare modelli di analisi (analitics) interoperabili e su scala urbana che oltre a supportare la governance e le strategie di sviluppo della Città permerattano di rafforzare ed amplificare le potenzialità di sviluppo connesse con il paradigma degli open data.
Elemento fondante di questa visione sono: una piattaforma di big data analitycs e la rete a larga banda, basata sull’Anello telematico, già in esercizio e in costante sviluppo, nell'area urbana e metropolitana, che costituirà il sistema nervoso su cui si appoggeranno direttamente vari sottosistemi, ma che permetterà di relazionare nel Centro Operativo anche le informazioni di sistemi e apparati, appoggiati su altre reti.
La città di Palermo è, infatti, già dotata di un “anello telematico”, in fase di continua espansione, sul quale verrà innervata la rete cittadina collegata ai sensori abilitati ad implementare i servizi ai city users, a partire dai seguenti:
-Servizi per il monitoraggio della densità di utenza in mobilità attraverso:
oServizi WiFi di livello urbano
oServizi basati su celle telefoniche
-videosorveglianza degli ambiti urbani e telecontrollo dei varchi alla ZTL, delle aree pedonali e delle corsie preferenziali degli autobus, tra cui:
oImpianto di videosorveglianza quartiere ZEN
oImpianto di videosorveglianza Piazza San Domenico e mercato della “Vucciria”
oImpianto di videosorveglianza in Via Maqueda;
-gestione intelligente dei semafori per l’ottimizzazione dei flussi di traffico, tra cui:
oImpianto varchi elettronici per la ZTL;
oImpianto varchi elettronici delle corsie preferenziali degli autobus
-gestione degli stalli di sosta lungo le strade e i parcheggi;
-gestione di sensoristica per il monitoraggio ambientale e la sicurezza
-gestione dei servizi di mobilità sostenibile: bus, tram, car sharing, bike sharing, car pooling, trasporto delle merci, tra cui:
oCity Compass - Piattaforma di gestione e tracciamento in tempo reale flotta autobus e Sistema integrato a servizio del cittadino per la previsione di arrivo dei mezzi di trasporto pubblico;
oinfrastruttura di bordo per il tracciamento in tempo reale della flotta autobus (AVM di bordo);
oPannelli per l’infomobilità disposti in hub strategici;
-Sistemi di gestione ed efficientamento delle flotte di servizio (raccolta rifiuti, gestione ingombranti, Cantiere municipale, etc…)
-sistemi di monitoraggio dei consumi energetici degli edifici e di gestione degli impianti finalizzata alla riduzione dei costi energetici ed al mantenimento delle condizioni di comfort negli ambienti confinati, previsti nell’ambito del PON METRO nelle seguenti piattaforme:
oPiattaforma ICT “Edilizia e Catasto”;
oPiattaforma ICT “Ambiente e Territorio”
-telegestione degli impianti di punbblica illuminazione, con annessi servizi di “smart city” , tra cui:
opunti luce esistenti riqualificati mediante sostituzione delle sorgenti luminosa;
o“Luci Sul Mare” – Valorizzazione del tratto “Porto Fenicio”;
oIlluminazione pubblica sostenibile: intervento per la riduzione dei consumi energetici degli impianti nella borgata di San Filippo Neri – Zen;
oRinnovamento e ristrutturazione degli impianti di pubblica illuminazione del quartiere di Mondello-Valdesi
oIlluminazione pubblica sostenibile: intervento per la riduzione dei consumi energetici degli impianti nella borgata di Sferracavallo;
oRinnovamento e ristrutturazione iimpianti di pubblica illuminazione della zona di Partanna Mondello e della litoranea Addaura/Arenella.
L’anello telematico costituisce, inoltre, un la dorsale di riferimento sia per la convergenza della rete urbana basata sul protocollo LORA di supporto all’IoT e ai servizi di metering che per l’interconnessione con le reti radio di cui la città è dotata (Videosorveglianza edifici scolastici e rete Tetra).
Nel Centro Operativo confluiranno, quindi, gli apparati di monitoraggio e controllo dei sistemi rilevanti di governo della città. La rete multimodale del trasporto pubblico locale, i sistemi di videosorveglianza urbana e del traffico stradale, la rete semaforica, le telecamere di monitoraggio ambientale e pedonale, la rete di telecomunicazione del sistema integrato di connettività urbana a cui si potranno aggiungere, con accordi specifici, altri sistemi di monitoraggio di soggetti pubblici e privati, permettendo di intervenire rapidamente in condizioni ordinarie e di emergenza
Nella definizione del Centro Operativo verranno sviluppati parallelamente sia gli aspetti tecnologici sia quelli organizzativi, per realizzare un sistema modulare, interoperante e polifunzionale che valorizzerà gli investimenti in corso e pianificati per il consolidamento del cloud computing, per l’implementazione del sistema di big data analitycs e per la rete in fibra ottica, sia degli altri sistemi IP based, che si appoggiano sull’anello telematico o sulle reti che gli saranno collegate.
Il Centro Opeartivo, infine, oltre ad utilizzare direttamente le informazioni di tipo territoriale, permetterà di renderle disponibili in modalità real time e in download, come OPEN data, per tutti gli usi che possono supportare le varie tipologie di city users.
Ulteriore funzionalità che verrà erogata nell’ambito del progetto è lo sviluppo di una piattaforma che consenta lo svolgimento delle attività previste dal DM 397/2017, ovvero la raccolta dei dati finalizzati al monitoraggio del PUMS e l’attivazione dei processi partecipativi che dovranno fare parte integrante delle attività di monitoraggio del Piano.
Il Piano, già redatto nella sua fase di scelta degli scenari sostenibili e adottato dalla Giunta Comunale con deliberazione n° 121 del 03.07.2019, deve essere integrato, per la sua definizione completa, con le attività di monitoraggio degli obiettivi di piano, secondo quanto previsto al punto 2h) dell’allegato 1 al D.M. 397/2017.
A tale scopo si rende opportuna la costruzione di un sistema di indicatori di risultato e di realizzazione che consenta di valutare l'effettivo perseguimento degli obiettivi e l'efficacia e l'efficienza delle azioni e degli interventi individuati nel Piano.
Operativamente il monitoraggio, si potrà articolare nelle seguenti fasi:
a)raccolta dei dati necessari per la stima degli indicatori ex post, da monitorare con cadenza biennale;
b)confronto indicatori ex ante ed ex post per la valutazione dell'efficacia e dell'efficienza degli interventi previsti dal piano;
c)eventuale riconsiderazione critica degli interventi nel caso in cui il suddetto confronto evidenzi risultati al di sotto delle attese, con conseguente indicazione delle correzioni da apportare agli interventi di Piano (o alle modalità di realizzazione e gestione degli interventi);
d)eventuale revisione dei target da conseguire.
Il monitoraggio periodico dovrà produrre un rapporto biennale sullo stato di realizzazione del PUMS e sulla sua capacità di perseguire gli obiettivi e i relativi target fissati. Il percorso partecipato, integrando opportunamente le segnalazioni della cittadinanza, permetterà di verificare il progressivo conseguimento degli obiettivi e di individuare eventuali problemi e criticità che ostacolano la regolare attuazione del Piano.
La realizzazione del Centro Operativo prevede le seguenti macro‐fasi:
1.analisi dei servizi\sistemi di interesse gestiti in modo diretto o indiretto dal Comune;
2.analisi delle informazioni disponibili;
3.mappatura dei software gestionali e dei servizi in uso;
4.realizzazione delle interfacce di remotizzazione dei sistemi di controllo;
5.integrazione con le banche dati dei service providers
6.definizione dei sistemi di analisi dati e presentazione\sintetizzazione informazioni;
7.realizzazione del portale di front-office e di specifiche app, ovvero integrazione all’interno di App mobile esistenti delle interfacce utili ai cittadini per comunicare con l’Amministrazione;
8.realizzazione dashbord decisionali;
9.definizione dei protocolli di gestione delle emergenze;
Obiettivi
Incrementare
•l’efficienza e tempestività dei servizi a cittadini, turisti e imprese offerti dalla città metropolitana
•il regolare ed efficiente utilizzo del sistema viario
•l’efficienza del sistema di trasporti metropolitano e suo utilizzo
•la sicurezza urbana
•l’efficienza della manutenzione urbana
•l’efficienza della gestione degli immobili comunali
•l’integrazione dei servizi per il decoro urbano


Città

Palermo

Codice Progetto

PA1.1.1.h

Ambito

Azione

Azione 1.1.1

Soggetto attuatore

SISPI - Sistema Palermo Informatica (in house)

Codice Unico Progetto - CUP

n.d.

R.U.P.

n.d.

Data inizio

01-01-2020

Data fine

31-12-2023

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 1.922.686,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 0,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili