Recupero Casa della Socialità - Rione don Guanella

Descrizione dell'intervento

Il progetto si inserisce nel più ampio contesto di rivalutazione delle aree degradate nella città di Napoli.
Si tratta di un intervento infrastrutturale che rappresenta il completamento degli interventi immateriali e di servizio FSE, ispirati al paradigma della c.d. “innovazione sociale”. L’intervento intende complessivamente potenziare servizi integrati di prossimità e animazione territoriale attraverso la realizzazione di spazi che saranno utilizzati al fine dell’incubazione temporanea dei progetti di innovazione sociale selezionati per le attività di accompagnamento dell’Azione 3.3.1, ed è localizzato nell’area Rione don Guanella, che presenta elevata criticità socioeconomica, presso la Casa della Socialità.
Il target di riferimento è rappresentato da individui e gruppi target residenti in aree identificate come bersaglio nella Strategia di Sviluppo Locale, sulla base delle loro caratteristiche di marginalità, illegalità diffusa, concentrazione di disoccupazione. Nello specifico trattasi di un edificio situato a confine tra la VII e VIII Municipalità. Già nel PON Inclusione si evidenzia con forza il concetto di Inclusione Attiva, ovvero dello sforzo comune di superamento dell’ottica assistenzialistica verso una sistematizzazione organica delle azioni a favore di target a disagio. Il Comune di Napoli ha già avviato un’importante attività di ripensamento della Prossimità, attraverso l’integrazione delle politiche del lavoro, del welfare e di sviluppo, e restituendo alla parola Comunità il significato di luogo di costruzione di cittadinanza. Il 6 marzo 2014 la Giunta comunale con delibera 116/14 ha approvato l’attivazione degli Spazi di Prossimità, individuandoli fisicamente presso le dieci municipalità e virtualmente come luoghi di ridefinizione delle relazioni tra Cittadini e Istituzione. Gli Spazi di prossimità, presenti presso gli URP delle Municipalità, si posizionano nella filiera dei servizi integrati e rispondono, in parte, al fabbisogno di servizi e prestazioni – sistematizzati per target – degli abitanti del quartiere. Sulla stessa filiera territoriale di servizi integrati insistono due dei tre Centri per l’Impiego della città di Napoli (Napoli Nord e Napoli Est) che erogano un servizio pubblico di intermediazione al lavoro, oltre a svolgere una funzione amministrativa in termini di certificazione dello stato di disoccupazione. I cittadini si rivolgono ad entrambi i servizi, con approccio e finalità differenti e cogliendone con difficoltà le potenzialità per lo sviluppo del proprio percorso di cittadinanza. Il Progetto si propone di sostenere il “Recupero di immobili inutilizzati e definizione di spazi attrezzati da adibire a servizi di valenza sociale (OS 4.2)” nell’ambito del Rione don Guanella, con il duplice obiettivo di promuovere il coinvolgimento attivo e responsabile della cittadinanza e di favorire l’inclusione sociale di persone che presentano particolari condizioni di disagio. Il progetto intende, pertanto, intervenire sulla riqualificazione dell’immobile e la fornitura di mobili ed arredi per creare luoghi e situazioni dove i cittadini possano trovare facile accesso ai servizi e supporto ad una crescita culturale, sociale ed economica.
La Casa della Socialità è situata nell’area Nord di Napoli, in particolare tra i quartieri di Miano, Secondigliano, S.Pietro a Patierno (VII municipalità) e Piscinola, Marianella, Chiaiano e Scampia (VIII municipalità ).


Città

Napoli

Codice Progetto

NA4.2.1.b

Ambito

Azione

Azione 4.2.1

Soggetto attuatore

Comune di Napoli

Codice Unico Progetto - CUP

B61B17000160001

R.U.P.

Ignazio Leone

Data inizio

01-10-2017

Data fine

01-09-2019

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 95.854,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 141.856,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 63.906,00

Importo Erogato

€ 63.534,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili