Spazi di Innovazione Sociale – Percorsi di accompagnamento al lavoro

Descrizione dell'intervento

L’intervento intende complessivamente potenziare servizi integrati di prossimità e animazione territoriale rivolti ai cittadini dei quartieri Avvocata e Scampia - Secondigliano (area Rione don Guanella) che presentano elevata criticità socioeconomica. In particolare i servizi si riferiscono agli ambiti Lavoro Sviluppo Welfare sperimentando nuove metodologie ed operazioni coerenti alle strategie/priorità poste dalla programmazione strutturale. Va specificato, inoltre, che per cittadini si intende l’accezione allargata, ovvero l’apertura a cittadini residenti e non, che versano in particolari situazioni di disagio.
L’attivazione degli Spazi Comuni di Innovazione Sociale esplicita e sostanzia la riduzione dei tempi e dei modi di avvicinamento dei cittadini (in particolare ad alto rischio di marginalità sociale) e di imprese territoriali alla Pubblica Amministrazione e al tessuto connettivale del Terzo Settore locale, gemmando e consolidando il senso di appartenenza alla comunità.
Attraverso questa modalità, cittadini e imprese generano a loro volta un percorso virtuoso di riqualificazione e miglioramento dell’economia sociale locale (riduzione dei gap di competenza, creazione di nuove imprese sociali, valorizzazione di percorsi di animazione territoriale, coaching su percorsi di contrasto all’illegalità e alla micro criminalità diffusa, ecc.). Il primo step dell’intervento consiste nella pubblicazione di un avviso pubblico per una “Chiamata di Idee” rivolto sia alla cittadinanza nell’accezione innanzi riportata, sia agli organismi così come previsti dal piano operativo del PON Metro, al fine di acquisire (col supporto di una piattaforma informatica di comunicazione tra pubblico e privato) ogni indicazione e spunto utili a definire, secondo l’approccio bottom up di cui sopra, i principali fabbisogni dei territori bersaglio in materia di innovazione sociale.
Le migliori idee/proposte, che abbiano un forte impatto sociale (atteso che attraverso le ricadute/esternalità positive del progetto si realizzi nel lungo periodo un miglioramento duraturo degli indicatori economici di contesto) saranno realizzate da operatori economici attraverso appalti di servizi aggiudicati dall’Amministrazione Comunale con procedure ad evidenza pubblica, ai sensi del D. Lgs. 50/2016.
Destinatari/fruitori di detti servizi saranno cittadini intesi nell’accezione allargata, ricomprendente tutti coloro che, oltre a versare in particolari situazioni di disagio, siano residenti o domiciliati nelle Municipalità individuate quali aree bersaglio, o che gravino comunque in maniera continuativa su di esse per motivi familiari, di lavoro etc. L’azione prevede:
- Creazione di un gruppo di lavoro integrato per il coordinamento degli interventi; Pubblicazione di un avviso pubblico per una “Chiamata di Idee”, al fine di acquisire (col supporto di una piattaforma informatica di comunicazione tra pubblico e privato) ogni indicazione e spunto utili a definire, secondo l’approccio bottom up di cui sopra, i principali fabbisogni dei territori bersaglio in materia di innovazione sociale; - Avvio delle procedure di appalto per la selezione di un operatore economico cui sarà affidato il “Servizio di Accompagnamento e Sviluppo di Progetti di Innovazione Sociale In Aree Bersaglio – Pon Metro Napoli – Asse 3 - Misura 3.3.1.a.”;
Avvio delle procedure di appalto per l’affidamento di servizi legati alle proposte progettuali che, pur non avendo il carattere della sostenibilità immediata, abbiano comunque un forte impatto sociale;
Inizio delle attività e realizzazione degli interventi;
Comunicazione e diffusione, ex ante in itinere ed ex post, dei contenuti e dei risultati degli interventi;
Monitoraggio, rendicontazione finanziaria e valutazione delle attività (ex ante, in itinere, ex post);
Stipula di specifici protocolli d’intesa e/o convenzioni con le Università campane, per la promozione e realizzazione di percorsi finalizzati alla concessione di premi (uno per ciascuna Università) per tesi di laurea consistenti in ricerche coerenti con le linee strategiche del progetto. Il Comune mantiene comunque il ruolo di coordinamento della rete degli spazi di innovazione sociale assicurando la messa in rete con le altre iniziative locali. Le migliori idee/proposte scaturenti dalla “Chiamata di Idee” che abbiano, invece, il carattere della sostenibilità immediata, potranno candidarsi alle successive selezioni indette dal Comune con uno o più avvisi pubblici, finalizzati alla presentazione di progetti semistrutturati (in linea con le proposte così individuate) ed alla concessione di incentivi economici a fondo perduto in regime “de minimis”, come previsto nella scheda NA3.3.1.b.



Città

Napoli

Codice Progetto

NA3.3.1.a

Azione

Azione 3.3.1

Soggetto attuatore

Comune di Napoli

Codice Unico Progetto - CUP

B64J17000050007

R.U.P.

Patrizia Crocco Egineta

Data inizio

01-01-2017

Data fine

01-12-2020

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 1.356.181,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 1.356.181,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili