Crowdfunding civico

Descrizione dell'intervento

Obiettivo del progetto è promuovere l’attivazione della società civile e dell’economia sociale nella ricerca di nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che soddisfino i bisogni sociali in modo più efficace delle pratiche e dei servizi dell’azione pubblica esistenti e che allo stesso tempo creino nuove relazioni e nuove collaborazioni. Il progetto intende quindi sostenere la realizzazione di nuovi servizi di prossimità e animazione territoriale rivolti ai cittadini di quartieri ed aree urbane ad elevata criticità socioeconomica che assicurino un miglioramento del tessuto urbano e favoriscano l’accesso di individui svantaggiati (a titolo esemplificativo, in relazione a servizi di cura e assistenza alla persona, orientamento al lavoro e alla formazione, animazione culturale e tecnologica, servizi con finalità pedagogico-educative o sociali, valorizzazione delle risorse ambientali, culturali ed architettoniche del quartiere, ecc.).
Il progetto assume come modello di riferimento un’esperienza di “innovazione sociale” sviluppata dall’amministrazione comunale a partire dal 2013 e concretizzatesi nella sperimentazione dell’utilizzo di una piattaforma di crowdfunding. Attraverso la deliberazione della Giunta Comunale N. 2721 del 23/12/2014 “Indirizzi per la sperimentazione di azioni di crowdfunding dedicate alla promozione di progetti innovativi ad impatto sociale, alla promozione delle reti sociali, dell’aggregazione sociale e della città accessibile anche in relazione ai bisogni delle persone con disabilità, degli anziani, delle famiglie” il Comune di Milano si è impegnato infatti a sperimentare azioni di crowdfunding finalizzate a sostenere tali progetti garantendo risorse economiche aggiuntive a enti, selezionati attraverso avviso pubblico, che utilizzeranno la piattaforma digitale di crowdfunding messa a disposizione dall’Amministrazione.
Nel 2014 il Comune di Milano ha selezionato, tramite avviso pubblico, una piattaforma di crowdfunding (www.eppela.it) con l’obiettivo di sperimentare azioni di crowdfunding come forma di finanziamento collettivo di opere e/o progetti di interesse pubblico in matchfunding con l’Amministrazione. La logica sottostante all’utilizzo del crowdfunding civico è quella della costruzione bottom-up di beni pubblici in forma allargata e partecipata. Il crowdfunding civico si caratterizza per una forte impronta “territoriale” o “locale”, in quanto attiva la partecipazione e la creazione di valore entro contesti specifici e a partire da cause comuni, per cui gli impatti positivi non investono singoli individui ma intere società locali che condividono gli stessi valori e la stessa tensione al cambiamento, divenendo esse stesse agenti di innovazione e sviluppo del territorio. Nel 2015 sono stati selezionati, tramite avviso pubblico, i primi 40 progetti che andranno sulla piattaforma: se i progetti raccoglieranno metà del budget previsto, riceveranno dall’amministrazione un contributo per coprire i restanti costi del progetto.
Tramite i fondi del PON si prevede la selezione di progetti di enti del Terzo settore da realizzare in quartieri individuati dall’amministrazione e rivolti a cittadini che maggiormente necessitano di servizi, assistenza e presa in carico.
Il progetto prevede le seguenti azioni:
-pubblicazione di un avviso pubblico attraverso cui selezionare progetti innovativi ad alto impatto sociale in quartieri ed aree urbane ad elevata criticità socioeconomica rivolti a cittadini che maggiormente necessitano di servizi, assistenza e presa in carico
-pubblicazione dei progetti sulla piattaforma digitale di crowdfunding messa a disposizione dal Comune di Milano per la raccolta delle risorse necessarie a coprire una percentuale dei costi totali del progetto.
-finanziamento dei progetti che avranno raggiunto l’obbiettivo di raccolta fondi previsto attraverso la campagna di crowdfunding
-realizzazione dei progetti
I progetti saranno selezionati da un’apposita Commissione di valutazione sulla base del loro carattere innovativo e della loro capacità di generare impatti sociali rilevanti sul territorio di riferimento e sugli individui e i gruppi destinatari degli interventi. Le proposte progettuali dovranno avere chiara attinenza con gli obiettivi, gli ambiti tematici e gli approcci di intervento definiti dal Comune di Milano in coerenza con gli obiettivi del Programma Operativo ed essere in linea con i criteri di selezione delle operazioni stabiliti dal PON per l’Asse 3.


Città

Milano

Codice Progetto

MI3.3.1.c

Ambito

Azione

Azione 3.3.1

Soggetto attuatore

Soggetti del Terzo Settore

Codice Unico Progetto - CUP

B49J17000100006

R.U.P.

Palazzo Cosimo

Data inizio

01-09-2017

Data fine

31-12-2018

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 550.000,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 0,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili