Pista ciclopedonale "Laguna di capo Peloro" - 1° Lotto

Descrizione dell'intervento

Il progetto si pone come obiettivo di collegare una zona periferica della città alla maglia urbana del TPL, creando l’intermodalità tra bici e mezzi di trasporto pubblico su ferro.
Il progetto consentirà, promuovendo la mobilità ciclistica, di attrarre verso il Trasporto pubblico una fascia di utenza che usa il mezzo privato per raggiungere il centro città per motivi diversi (lavoro, scuola, etc.). Il progetto, coerente, tra l’altro, con il Programma Innovativo in Ambito Urbano della Città di Messina finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, congiunge idealmente lo Stretto alle aree urbane, fino alle pendici del rilievo collinare dell’area di Camaro. Da qui il vecchio tracciato grazie ad un lungo collegamento in galleria si collegava con il villaggio di Gesso (ancora all’interno del confine amministrativo della Città) e quindi con il Comune di Villafranca, primo comune della cintura metropolitana tirrenica. Con la presente azione si prevede, pertanto, la realizzazione di un primo tratto di pista ciclabile per una lunghezza di circa un chilometro tra il ponte di Gazzi (ingresso lato mare) - via La Farina - via Bonino e valle degli Angeli-Fondo Fucile: quest’ultima è una zona estremamente popolosa e soggetta e fenomeni di degrado. Il presente intervento consente pertanto di connettere tramite la highline ciclabile una zona della prima periferia zona sud all’area multimodale di Gazzi.



Città

Messina

Codice Progetto

ME2.2.3.b

Azione

Azione 2.2.3

Soggetto attuatore

Comune di Messina

Codice Unico Progetto - CUP

F41B17000680006

R.U.P.

Domenico Ruvolo

Data inizio

30-06-2018

Data fine

31-12-2021

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 1.700.000,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 1.700.000,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili