Efficientamento Energetico del Palazzo della Cultura "Antonello da Messina"

Descrizione dell'intervento

Il progetto, presente come azione PAES nel settore terziario comunale, nasce da uno studio più ampio condotto da un partenariato europeo per creare modelli di intervento tecnico-finanziari adatti ai paesi dell’unione con clima mediterraneo (progetto IEE CERTUS).
Il partenariato è formato anche da enti di ricerca di primo livello che operano sui rispettivi territori nazionali (ENEA – Tecnalia – Univ. di Coimbra).
Le soluzioni tecniche adottate in sede di stesura del progetto di massima sono pertanto le più adeguate per la tipologia di edificio in oggetto (10.300 mq interni).
Elementi tecnici innovativi per il territorio, introdotti in sede di diagnosi energetica, sono mirati ad adeguare l’edificio, nato un decennio fa, ma caratterizzato da una progettazione datata che non conteneva i moderni criteri di risparmio energetico (protezione parete sud con brise-soleil, isolamento termico pannelli perimetrali e aperture trasparenti, relamping e sistemi di controllo e automazione degli impianti, impianto FV in copertura).
Le azioni previste consistono nella:
o Diagnosi energetica di III livello, con modellizzazione energetica dell’edificio, affidata a un soggetto EGE e redazione, a cura dell’ufficio a supporto del RuP, dello studio di fattibilità tecnico economica che prevede sia interventi di riqualificazione dell’involucro (sostituzione degli infissi, isolamento degli spazi di circolazione con controllo della ventilazione naturale, realizzazione di controsoffitti) che di adeguamento impiantistico (relamping, nuovo impianto clima VRF, impianto fotovoltaico sulla copertura dell’edificio e sistemi di controllo - BACS);
o Predisposizione di un bando rivolto a soggetti ESCO per un contratto a prestazione energetica garantita, tipo “Energy Plus” a risparmio condiviso, ai sensi del DLgs n.102/2014, con imputazione separata, nel computo proposto in fase di diagnosi, degli interventi finanziati con i fondi pubblici da quelli finanziati dalla ESCo;
o Affidamento del contratto di appalto tipo EPC per la progettazione esecutiva, la realizzazione dei lavori e la gestione energetica/manutentiva pluriannuale dell’edificio;
o Progettazione esecutiva degli interventi con validazione finale da parte dello sportello energia (vedi sotto);
o Esecuzione dei lavori;
o Diagnosi energetica post-intervento confrontata con la modellizzazione ante-intervento e produzione di nuova certificazione energetica;
o Avvio gestione dell’edificio con ripartizione dei risparmi energetici tra ESCo e Amministrazione in funzione delle quote di partecipazione al finanziamento;
o Diffusione dei risultati (modello di intervento su edificio istituzionale anni 2000 carente di efficientamento energetico).
La partnership istituzionale è già costituita in seno allo Sportello Energia avviato dal Comune di Messina che ha come finalità anche il supporto ai tecnici delle P.A. dell’area metropolitana per indirizzare interventi di efficientamento energetico nell’edilizia istituzionale.
Nel partenariato tecnico-scientifico sono confluiti: ENEA - CNR ITAE – Ordine degli Ingegneri della Provincia di Messina – Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Messina – Università degli Studi di Messina – INBAR Istituto Nazionale di Bioarchitettura.
La convenzione è stata approvata con Delib. di G.M. n.425 del 16/06/16. La superficie oggetto di intervento è pari a mq 10.300.


Città

Messina

Codice Progetto

ME2.1.2.b

Ambito

Azione

Azione 2.1.2

Soggetto attuatore

Comune di Messina

Codice Unico Progetto - CUP

n.d.

R.U.P.

Chiara Santonocito

Data inizio

31-05-2019

Data fine

31-12-2022

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 1.389.630,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 1.389.630,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 44.900,00

Importo Erogato

€ 42.279,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili