Rafforzamento e incremento misure per famiglie con fragilità economiche e sociali, popolazione giovanile e femminile.

Descrizione dell'intervento

La filosofia dell’intervento già sperimentata con le azioni realizzate con il Pon Metro – Asse 3 - si sviluppa intorno a un’idea di lotta alla povertà innovativa che vede il singolo beneficiario o il nucleo familiare coinvolto capace, attraverso il suo cambiamento e il superamento della situazione critica, di apportare un valore e trasformare così il suo ambiente di vita. Inoltre si attuerà una modalità di presa in carico che sia in grado di
trasformare le consuete modalità operative e di sperimentare un modello di predisposizione e attuazione dei progetti personalizzati dell’intervento e di
attivazione/empowerment delle persone.
L’obiettivo principale del progetto riguarderà il conseguimento di un livello sufficiente di autonomia da parte di famiglie e persone in condizioni di fragilità sociale intercettate dai servizi sociali territoriali. Il perseguimento di tale obiettivo avverrà sia attraverso percorsi strutturati di progettazione partecipata tra i destinatari e soggetti di terzo settore, permettendo alle persone di essere parte attiva nei processi decisionali che intervengono nelle loro vite, sia di attività di sviluppo di reti e sostegno territoriali (parentali, amicali, di vicinato, di volontariato), con l'obiettivo del graduale affrancamento dai servizi delle
persone.
Gli interventi proposti partono da quanto già sperimentato con il Pon metro Asse 3 operazione 3.1.1.a e saranno volti a consolidarli ed a incrementarli in particolare, anche sulla base dell’analisi fornita dalle Poverty Maps, principalmente in un quartiere che presenta grandi insediamenti ERP (la Val Polcevera) e un quartiere che presenta situazioni di disagio socio-economico importanti, anche a seguito dei recenti fenomeni migratori (il
Centro Storico cittadino);
Nello specifico si andranno a realizzare le seguenti azioni:
a) CENTRO SERVIZI PER LA FAMIGLIA - Interventi sostegno educativo rivolto a famiglie in difficoltà economica e sociale: Il Centro Servizi e Famiglie (CSF) è un sistema di interventi educativi volto ad assicurare protezione e prevenzione dai fattori di rischio e pregiudizio ed è tra gli strumenti principali
di cui dispongono i Servizi Sociali Comunali all’interno del mandato istituzionale della tutela minorile. I servizi che fanno parte del CSF si qualificano come servizi di sostegno attivo alla famiglia attraverso il potenziamento delle competenze educative presenti all’interno dei nuclei familiari, anche al fine di evitare e prevenire gli allontanamenti dei minori dalle loro famiglie. IL CSF per il Pon Metro – React metterà a disposizione educatori professionali esperti nell’aggancio, nella relazione e nella realizzazione di progetti di uscita da situazioni di grave disagio verso percorsi di recupero della resilienza e volti al superamento della condizione di emarginazione e all’acquisizione di una maggiore autonomia. L’attività educativa sarà svolta in stretta connessione con l’attività di presa in carico multidisciplinare svolta dagli assistenti sociali degli ambiti territoriali sociali che hanno messo in campo misure di sostegno alla persona che vivono in situazioni di emarginazione ed esclusione;
b) RETE GENITORE BAMBINO E ALLOGGI PER GIOVANI: Accoglienza protetta di giovani e/o nuclei genitore/bambino volta al conseguimento di un livello sufficiente di autonomia da parte di famiglie e persone in condizioni di fragilità sociale intercettate dai servizi sociali territoriali. Azioni di
accoglienza residenziale protetta attraverso l’utilizzo di comunità residenziali, alloggi protetti o alloggi sociali in un’ottica di graduale affrancamento dai percorsi protetti con forme di forte sostegno socioeducativo che, con una gradualità di interventi, accompagnino le persone a riappropriarsi di un alloggio e delle capacità di autonomia personale. Le strutture di residenzialità protetta sono state individuate tramite due diverse procedure per l’accreditamento degli alloggi per giovani adulti e per le strutture di accoglienza genitore bambino ex L. 328/00 e L. Reg. Liguria. 42/12.
c) SERVIZIO EDUCATIVO ADULTI – SEA Servizio di accompagnamento socio educativo diurno delle persone prese in carico dai servizi sociali territoriali
in un’ottica di prevenzione della perdita dell’alloggio e per favorire il reinserimento socio-lavorativo attraverso percorsi individuali di sostegno socio educativo per favorire l’autonomia, il sostegno e l’inclusione di giovani e adulti. Gli elementi strategici dell’intervento possono essere ricondotti
alla realizzazione di percorsi individuali in cui è stata posta forte attenzione al potenziamento delle capacità personali partendo dalla “Presa in carico
multidisciplinare” da parte dei servizi sociali territoriali comunali (Ambiti Territoriali Sociali) attraverso la quale si è definito un “piano individuale di
autonomia” (PIA) concordato con il singolo/famiglia che potesse contenere tutti gli elementi e i servizi attivati per il superamento della condizione di fragilità, alternando misure passive a misure attive in un’ottica di affrancamento dai servizi socio-assistenziali.
d) CENTRI EDUCAZIONE AL LAVORO – Interventi di sostegno educativo volti alla prevenzione; drop out scolastico e all’avvicinamento al lavoro rivolti a
giovani: I Centri di educazione al lavoro (CEL) sono strutture educative che offrono la possibilità a giovani inseriti, seguiti dai servizi sociali territoriali, di
elaborare e realizzare il proprio progetto personale, con la mediazione di operatori esperti. I CEL prevedono la frequenza di ragazzi e ragazze che
hanno interrotto, terminato o hanno difficoltà a terminare la scuola dell’obbligo ed intendono intraprendere un percorso di preparazione mondo del lavoro. Vengono realizzate attività di formazione ed educazione al lavoro secondo il metodo di progetti individualizzati, modulando i
programmi di lavoro sulle fasi di crescita dei singoli frequentatori. I CEL offrono attività sia legate alla didattica del lavoro, addestramento artigianale e tirocini pratici in aziende, che attività di educazione e manutenzione ambientale.



Città

Genova

Codice Progetto

GE7.1.1.a

Ambito

Azione

Azione 7.1.1

Soggetto attuatore

n.d.

Codice Unico Progetto - CUP

B31B21007330007

R.U.P.

n.d.

Data inizio

15-09-2021

Data fine

n.d.

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 6.857.142,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 6.857.142,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 672.638,00

Importo Erogato

€ 672.638,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili