“Orti sociali Urbani’ nel quartiere Librino

Descrizione dell'intervento

L’agricoltura sociale urbana è un significativo strumento di inclusione e rappresenta una concreta opportunità economica. Gli orti sociali rappresentano un rilevante elemento che colloca al centro la tutela della persona e della sua dignità, creando una sinergia virtuosa tra obiettivi e responsabilità sociale. Allo stesso tempo producono un sicuro incremento alle opportunità di crescita, contribuendo allo sviluppo sostenibile dei territori.
Il Parlamento italiano nel corso del 2015 ha approvato, in via definitiva la legge sull'agricoltura sociale che prevede elementi innovativi importanti quali, tra gli altri:
1. inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e lavoratori svantaggiati, persone svantaggiate e minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione sociale;
2. prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali attraverso l'uso di risorse materiali e immateriali dell'agricoltura;
3. prestazioni e servizi terapeutici anche attraverso l'ausilio di animali e la coltivazione delle piante;
4. iniziative di educazione ambientale e alimentare, salvaguardia della biodiversità animale, anche attraverso l'organizzazione di fattorie sociali e didattiche;
5. le istituzioni pubbliche che gestiscono mense scolastiche e ospedaliere possono inserire come criteri di priorità per l'assegnazione delle gare di fornitura la provenienza dei prodotti agroalimentari da operatori di agricoltura sociale;
6. i Comuni prevedono specifiche misure di valorizzazione dei prodotti provenienti dall'agricoltura sociale nel commercio su aree pubbliche.
Da quanto sin qui esposto si evince la valenza che il progetto rappresenta a carattere territoriale con evidenti ricadute positive nell'ambito dell'inclusione sociale, dell'occupazione e dell'utilizzo sostenibile ed ecologico delle risorse. Inoltre la realizzazione dell'intervento avrebbe un importante impatto a livello nazionale in quanto attuerebbe le linee programmatiche e di riforma del Parlamento (legge sull'agricoltura sociale).
Questo progetto nasce dal riscontro legato allo stato di abbandono in cui versano le aree oggetto dell’intervento poste all’interno della VI Municipalità nel quartiere di Librino di Catania.
Gli orti urbani non rappresentano solo una risorsa concreta per le singole persone e famiglie, ma anche un concetto organizzatore per nuove idee e pratiche sulla qualità della vita, la sostenibilità urbana, il rapporto uomo, ambiente e natura. Un intreccio di elementi concreti, tangibili, sostanzialmente prevedibili e di elementi immateriali, dinamici, non altrettanto prevedibili.
Il progetto si estende su una superficie di mq 30.000, antistante il viale San Teodoro. Si intende, di conseguenza, mediante la realizzazione dell’intervento- iniziative positive e proficue per tutti i cittadini e per le associazioni presenti nel territorio, in un’area urbana a rilevante densità abitativa. La piena e proficua valorizzazione di uno “spazio” verde ben determinato con la “natura in città”, vuole essere un momento di partecipazione attiva dei cittadini al controllo e gestione di aree a verde, oltre che motivo di socializzazione e di inclusione sociale.
La realizzazione degli orti urbani consentirà di valorizzare gli spazi pubblici, sottraendoli al degrado e alla marginalità, di sostenere la socialità e la partecipazione dei cittadini e la relativa possibilità di aggregazione, favorendo la coesione e il presidio sociale. Verrebbe dunque favorito l'inserimento sociale di anziani, di giovani e di soggetti emarginati. Si sosterrebbe, inoltre, l'attività didattica e di formazione, l'attività terapeutica di supporto ai processi di riabilitazione fisica e psichica. Altresì, di concerto con aziende specializzate, Università, si potrebbero sperimentare metodi di coltivazione, pratiche rispettose dell'ambiente produzioni alimentari biologiche, oltre alla coltura delle essenze ortive tradizionali locali. Infine occorre evidenziare l'aspetto relativo al miglioramento della qualità della vita degli abitanti del quartiere e dell'intera città, con ricadute significative per il territorio comunale ed extracomunale.
Questo progetto contribuirà anche con l’attiva presenza dei cittadini alla sicurezza stessa degli abitanti e delle famiglie che avranno sotto i loro occhi e verificheranno costantemente svariate potenzialità e risorse insite nel verde urbano, ove inserito, appieno, in un rinnovato habitat cittadino.

Gli interventi proposti mirano a riqualificare un’area ridefinendone l’uso con destinazione ad orti urbani.
L’intervento è previsto per una superficie complessiva di circa mq. 30.000, di cui circa 10.000 mq destinati a percorsi ed aree di sosta e 20.000 mq destinati alla realizzazione di n. 81unità coltivabili, con superficie singola di circa 200/250 mq cd, eventualmente rimodulabili nelle dimensioni.
L’azione è coerente con il Programma, rispetta i criteri di selezione, risulta fortemente integrata ed interconnessa con le altre azioni previste con l’asse 3 sull’inclusione sociale e con l’Asse 2 – sempre nel quartiere di Librino.


Città

Catania

Codice Progetto

CT4.2.1.c

Ambito

Azione

Azione 4.2.1

Soggetto attuatore

Comune di Catania

Codice Unico Progetto - CUP

D62C15000150001

R.U.P.

Filippo Maccarone

Data inizio

01-05-2017

Data fine

31-12-2019

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 948.290,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 949.601,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 949.601,00

Importo Erogato

€ 927.119,00

Photogallery

Documentazione

Documenti non disponibili