Fornitura, programmazione e installazione di isole ecologiche informatizzate e di sac-chi per rifiuti dotati di Tag-Rifd

Descrizione dell'intervento

La programmazione strategia dell’Amministrazione comunale mira alla valorizzazione della filiera dei rifiuti attraverso l'incremento delle percentuali dei rifiuti differenziati da destinare al riciclo in un'ottica di economia circolare.
In questo contesto, l’installazione di isole ecologiche informatizzate in varie zone della Città e la distribuzione di buste dotate di tag-Rfid (identificazione a radiofrequenza) rappresenta una tappa strategica complementare al già implementato servizio di raccolta dei rifiuti con la metodologia “porta a porta”. Altri interventi sinergici riguarderanno la realizzazione di ecocentri e di una stazione di travaso dei rifiuti.
Infatti, se da un lato il “porta a porta” ha prodotto un notevole incremento della differenziazione dei rifiuti, dall’altro lato ha acuito l’esigenza da parte dei cittadini di disporre di strutture di supporto che consentano il conferimento dei rifiuti in giorni ed orari in cui il servizio di raccolta porta a porta non è disponibile.
Inoltre, un’ulteriore evoluzione del servizio di raccolta porta a porta è rappresentata dalla cosiddetta ‘Tariffazione puntuale’ (PAYT, Pay As You Throw) che lega l’importo del tributo posto a carico della singola utenza all’effettiva produzione di rifiuto non riciclabile prodotto. Com’è noto, la tariffazione puntuale è intrinsecamente capace di indurre comportamenti virtuosi da parte dei cittadini in termini di maggiore attenzione nella separazione dei rifiuti. Ne consegue un incremento della percentuale di rifiuti avviati a riciclo e una riduzione dei rifiuti avviati a termocombustione e, in generale, notevoli benefici per l’ambiente. Il sistema così sinteticamente descritto pone in capo all’Amministrazione comunale l’onere della tracciabilità dei comportamenti della singola utenza in termini di quantità di rifiuti conferiti nel corso dell’anno. La tracciabilità è in parte garantita dall’impiego di mastelli dotati di Tag-Rfid. Tuttavia, per una parte dei conferimenti e in alcuni ambiti cittadini emerge la necessità di ricorrere a buste dotate di sistema di tracciabilità. Anch’esse, dunque, dotate di Tag-Rfid. In questo senso il Comune ha l’esigenza di approvvigionarsi di “buste intelligenti”, già disponibili sul mercato.
Nello specifico, l’operazione oggetto di finanziamento è finalizzata alla fornitura, alla programmazione e all’installazione di isole ecologiche informatizzate e all’acquisto delle buste dotate di Tag-Rfid. Si tratta di strutture in grado di ospitare al loro interno uno o più contenitori per la raccolta differenziata ma che consentano l'accesso solo a categorie di utenti predeterminate o in determinati giorni o fasce orarie oppure ancora agli utenti ricadenti in determinati ambiti di territorio, con piena libertà da parte dell’Amministrazione comunale di programmarne il funzionamento.
Queste infrastrutture possono soddisfare due esigenze.
1) Permettere, in via eccezionale, lo smaltimento dei rifiuti in giorni e in orari diversi da quelli ordinariamente destinati ai circuiti di raccolta mediante il sistema porta a porta.
2) Consentire lo smaltimento di frazioni “difficili” quali i pannolini e pannoloni.
Le infrastrutture in argomento sono ascrivibili a due diverse categorie: Isole ecologiche monocontenitore e pluricontenitore, assai differenti fra loro sotto il profilo progettuale e dimensionale.
Avuto riguardo alla rete di isole ecologiche ed ecocentri attualmente disponibili e progettati, si stima che siano necessarie 5 isole ecologiche pluricontenitore e 20 isole ecologiche monocontenitore.
Le buste Tag-Rfid avranno due diverse destinazioni. In parte saranno destinate ai cittadini del centro storico entro il quale si vuole limitare la presenza di contenitori singoli (mastelli) su sede stradale. Altra parte sarà destinata agli utenti che, verso una maggiorazione della tariffa rifiuti, intendano, per particolari esigenze, smaltire i rifiuti indifferenziati presso gli ecocentri. La prima categoria di utenti richiede una fornitura stimata in 360.000 buste per un anno. La seconda in 640.000 buste per lo stesso periodo di tempo.
Si prevede di avviare le procedure di evidenza pubblica nel mese di dicembre 2022 e di giungere alla conclusione dell’intervento entro il giugno 2023.


Città

Cagliari

Codice Progetto

CA6.1.4.l

Ambito

Azione

Azione 6.1.4

Soggetto attuatore

Comune di Cagliari – Servizio Igiene del suolo e ambiente

Codice Unico Progetto - CUP

G29J20002350006

R.U.P.

Roberto Montixi

Data inizio

30-12-2021

Data fine

n.d.

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 800.000,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 800.000,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 0,00

Importo Erogato

€ 0,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili