Interventi a contrasto della povertà in emergenza sanitaria

Descrizione dell'intervento

Il progetto fonda su un approccio integrato, con attenzione alle dimensioni principali costitutive della povertà, per il fronteggiamento dei fenomeni di esclusione sociale quando conseguenti a situazioni emergenziali e riguardanti vecchie e nuove fasce di popolazione. Inoltre, si compone di diverse linee di attività che si caratterizzano per i contenuti delle azioni stesse, per le modalità di accesso ed erogazione, per le forme della gestione e i procedimenti utilizzati, per la prevalenza di destinatari in relazione all'intervento erogato. Un call center attivo tutti i giorni ha garantito l'accesso, oltre che alle informazioni a garanzia di prossimità e pari opportunità, anche
alla misura dei Pacchi spesa a domicilio, erogati alle persone/famiglie private del reddito per l'impossibilita durante il lock down e successivamente, di svolgere le attività lavorative, seppur precarie, nonchè alle persone appartenenti a fasce deboli e vulnerabili della popolazione cittadina.
Per il servizio Pasti a domicilio, rivolto a persone anziane e disabili adulte sole, prive di una rete familiare e parentale, individuate dal Servizio Sociale Professionale, si e proceduto con trattativa diretta nelle prime fasi dell'emergenza e, successivamente, con procedura negoziata. Contestualmente, il piano di interventi ha previsto l'avvio di un servizio comprendente sia l'attivazione di un numero telefonico, dedicato all'ascolto e al supporto delle persone anziane, disabili e fragili, per affrontare i disagi quotidiani legati al periodo di emergenza coronavirus, sia l' attivazione di tutte le procedure necessarie per creare una rete di protezione e supporto a favore della popolazione anziana, disabile e fragile su richiesta degli interessati, per la consegna a domicilio di farmaci e generi alimentari.
In particolare, invece, per quanto concerne i Buoni spesa, il Comune, nel frangente emergenziale, dato atto di dover addivenire nel più breve tempo possibile ad un affidamento e all’erogazione del servizio, ha ritenuto di dover procedere con un'analisi comparativa (costi/benefici) delle candidature spontanee ricevute da diversi operatori economici del settore.
Di tale istruttoria interna, che motiva l’affidamento diretto alla società individuata, si e data evidenza nella determinazione di affidamento n. 2216 del 06/04/2020, integrata dalla successiva determinazione n. 2408 del 16/04/2020.
L'Accesso alla misura e stato regolato mediante Avviso pubblico, con utilizzo di una piattaforma on line per il cui utilizzo il Servizio Politiche sociali ha organizzato il call center, già citato, di supporto informativo e di accompagnamento all'accesso per colmare il digital divide caratterizzante ampie fasce di popolazione e per garantire alle persone le informazioni necessarie ad orientarsi nel corso dell'istruttoria e dell'erogazione dei Buoni spesa attraverso le tessere sanitarie dei richiedenti.
Il piano di interventi qui descritto si e inoltre affiancato sia al potenziamento della rete di servizi Bassa soglia per l'accoglienza anche notturna delle persone senza dimora che e stato possibile attraverso il partenariato gia operativo con i soggetti del terzo settore coinvolti nell'attuazione del progetto CA 3.2.2, che attraverso l’ampliamento del servizio dei soggetti del terzo settore coinvolti nell’attuazione del progetto 3.2.1 per la distribuzione di pacchi alimentari ai soggetti delle comunità RSC.
• Sostenibilità economica e gestionale e governance del
progetto
Garante della sostenibilità economica e gestionale del progetto e l'Organismo Intermedio, nella persona del Direttore Generale del Comune di Cagliari, che ha provveduto in sede di approvazione del PEG - ad assicurare un'adeguata allocazione di risorse umane, finanziarie e strumentali al Responsabile di attuazione del progetto (Criterio Sostenibilità economica, finanziaria e capacita di governance e di controllo dell’intervento).
Resta fermo il ruolo dell'Unita di Gestione (incardinato nel Servizio Programmazione e controlli, Peg e performance) nelle attività di monitoraggio, comunicazione, valutazione, rendicontazione ed eventuale re-pianificazione del progetto, nonchè nella gestione delle relazioni con l'Autorita di Gestione del Programma.


Città

Cagliari

Codice Progetto

CA3.5.1

Ambito

Azione

Azione 3.5.1

Soggetto attuatore

Comune di Cagliari

Codice Unico Progetto - CUP

G29C20000460006

R.U.P.

Teresa Carboni

Data inizio

12-03-2020

Data fine

n.d.

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 1.004.273,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 1.004.273,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 1.005.493,00

Importo Erogato

€ 899.941,00

Photogallery

Foto non disponibili

Documentazione

Documenti non disponibili