Accelerazione civica e collaborazione civica tra PA, scuola e imprese - Azioni di supporto

Descrizione dell'intervento

Il presente progetto, che sviluppa alcune azioni di supporto allo sviluppo del progetto BO3.3.1c e più in generale alla realizzazione delle finalità generali delle azioni di innovazione sociale, si perfeziona grazie all'integrazione con gli interventi previsti dal BO4.2.1a. Gli edifici riqualificati infatti potranno ospitare eventi relativi alle iniziative sul rilancio della cultura tecnica, l'implementazione e/o la riedizione dimostrativa dei progetti elaborati dai ragazzi, eventi di coinvolgimento della cittadinanza riguardo alle azioni previste. Anche le strutture e gli edifici riqualificati grazie al BO4.1.1a, nell'ottica del continuo coinvolgimento delle realtà locali e dei target più fragili nelle attività di rigenerazione civica e di inclusione sociale, potranno ospitare iniziative legate al presente progetto. Di conseguenza anche il target della BO3.1.1° (che coincide con quello della BO4.1.1a) potrà essere coinvolto nelle iniziative della presente azione: si prevede infatti che i partecipanti della BO3.1.1a possano sia usufruire dei servizi creati, sia contribuire alla creazione di azioni di volontariato e costruzione di eventi a rilevanza cittadina e metropolitana sui temi del disagio giovanile e sociale. In questa prospettiva, le attività potranno collegarsi anche alle azioni di inclusione ed innovazione sociale previste dall'azione BO3.3.1a, che condivide con la presente azione il target e l'impianto metodologico e concettuale basato sul welfare community.
Si sviluppano alcune azioni di supporto allo sviluppo del progetto BO3.3.1c e più in generale alla realizzazione delle finalità generali delle azioni di innovazione sociale. Si prevedono interventi di diversa tipologia, tra loro interrelati dal punto di vista sia cronologico sia contenutistico:
1) Governance
Per garantire il pilotaggio interistituzionale del progetto, verrà attivato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna un Board che curerà il raccordo con le istituzioni e gli enti pubblici (Curia, associazioni imprenditoriali, CCIAA, Università, Regione, ...) e i soggetti privati (parti sociali, imprese, Terzo Settore, ...) già coinvolti nella progettazione discendente dal Piano Strategico Metropolitano, estendendolo ad ulteriori soggetti del territorio, che, ciascuno per le proprie competenze, può favorire la messa in campo di risorse ulteriori che in modo sinergico possono contribuire alla riuscita del progetto; promuoverà inoltre il modello di intervento presso altre Città Metropolitane e curerà il raccordo con altri programmi e iniziative locali e nazionali.
2) Supporto tecnico
In supporto al sistema di governance previsto per il progetto e per tradurre le indicazioni strategiche in azioni concrete, verrà creata una tecnostruttura metropolitana, che erogherà servizi di prossimità alla comunità territoriale e ai soggetti organizzati che ne fanno parte. Avrà il compito di garantire il coordinamento centrale delle azioni previste nell'ambito del progetto BO3.3.1b, di facilitarne lo sviluppo e la sostenibilità nel contesto locale, di monitorarne l’impatto e di valorizzarne le pratiche e le opportunità di integrazione; dovrà altresì animare la rete metropolitana di scuole, Pubbliche Amministrazioni, imprese private, Università, centri di ricerca, terzo settore coinvolti nell'ambito del Pon Metro. Come azione propedeutica all'avvio della tecnostruttura, è previsto uno Studio preliminare volto a supportare, tra le altre cose, una più puntuale definizione delle aree bersaglio a forte disagio abitativo e sociale; l'identificazione dei bisogni e delle opportunità delle medesime aree; l'individuazione delle modalità per la progettazione e la prima ipotesi di costruzione della rete territoriale di riferimento; la progettazione di un servizio di supporto tecnico/organizzativo per la realizzazione del progetto.
3) Promozione
Servizi di comunicazione, animazione anche tramite social network e realizzazione di eventi pubblici volti a promuovere sul territorio quanto realizzato dal progetto e a sostenere la partecipazione ai percorsi di sviluppo di comunità da parte di tutta la cittadinanza.
• Sostenibilità economica e gestionale e governance del progetto
acquisita grazie a progetti analoghi già sperimentati nel territorio e negli istituti, che hanno avuto impatti positivi e sono stati economicamente sostenibili ed efficaci. A livello istituzionale sono coinvolti uffici sia del Comune di Bologna che della Città metropolitana, i quali coordineranno uno staff tecnico di cui faranno parte anche gli enti locali del territorio metropolitano, garantendo così la governance a livello sovra comunale. Per garantire il pilotaggio strategico interistituzionale del progetto, verrà attivato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna un Board che curerà il raccordo con le istituzioni e gli enti pubblici (CCIAA, Università, Regione,...) e i soggetti privati (parti sociali, imprese, Terzo Settore, ….) già coinvolti nella progettazione discendente dal Piano Strategico Metropolitano, estendendolo ad ulteriori soggetti del territorio interessati; promuoverà inoltre il modello di intervento presso altre Città Metropolitane e curerà il raccordo con altri programmi e iniziative locali e nazionali. Per la realizzazione del progetto saranno utilizzate in maniera integrata le risorse del PON Metro e risorse pubbliche e private dell'area metropolitana, messe a disposizione dagli enti locali, dalle imprese, da privati e dal terzo settore per progettazioni che possono agire in integrazione con il progetto (ad esempio risorse per l'inclusione sociale, culturale, educativa dei comuni e delle unioni, risorse delle imprese e delle associazioni imprenditoriali per progetti con le scuole e con la comunità, risorse regionali e nazionali, risorse delle Fondazioni, …..). Si intende in tal modo creare sinergie positive sul territorio per sviluppare la cultura del benessere socio economico della comunità quale elemento di crescita e di attrattività.


Città

Bologna

Codice Progetto

BO3.3.1.b

Azione

Azione 3.3.1

Soggetto attuatore

Comune di Bologna

Codice Unico Progetto - CUP

F39G16000350007

R.U.P.

Miriam Pepe

Data inizio

01-11-2016

Data fine

30-03-2021

Avanzamento finanziario

Importo Programmato

€ 372.248,00

Importo Ammesso A Finanziamento

€ 372.248,00

Importo Giuridicamente Vincolante

€ 372.248,00

Importo Erogato

€ 227.800,00

Photogallery

Documentazione

Documenti non disponibili